giovedì 2 novembre 2017



Le leggi misteriose ???



Succede a Trieste.La polizia durante un normale controllo scopre, a bordo di un furgone, quattro cittadini extracomunitari, privi di documenti  e li denunciano alla magistratura per immigrazione illegale ,ma quando sbarcano da un gommone in quattrocento ,allora è tutto regolare.

11 commenti:

  1. Non ci sono accordi dietro XD

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Caro Fulvio, queste sono le cose paradossali della nostra bella Italia.
    Ciao e buona notte con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. L'Italie est géniale....ciao Fulvio :)

    RispondiElimina
  4. Sintomatico di quanto in Italia tutto sia ormai versato al ridicolo.

    RispondiElimina
  5. Se è la notizia che ho letto alcuni giorni fa (6 kosovari che tentavano di entrare clandestinamente in Italia con un rumeno che conduceva il furgone), non è possibile paragonarla ai "gommoni" per molteplici motivi.

    Intanto i primi, provenendo dal Kosovo, sono considerati immigrati economici ossia vengono da noi per cercare lavoro. Non sono e non possono essere considerati dei rifugiati per motivi umanitari (guerra, fame, persecuzione politica) perché il Kosovo non è considerato un Paese con tali tragedie in corso.

    Per entrare da noi per lavoro, un kosovaro (come un albanese, un croato, un rumeno, un polacco....) deve già aver ottenuto, tramite il datore di lavoro, un permesso di soggiorno per motivi di lavoro. Quindi quei 6 sono stati arrestati in flagranza di reato ossia stavano clandestinamente entrando nel nostro territorio, sprovvisti di ogni sorta di permesso di soggiorno. (più il rumeno, per favoreggiamento). Arrestarli e deferirli alla magistratura era un obbligo dei carabinieri che li hanno beccati.

    Cosa diversa il "gommone" con i 400 che viaggiano sullo stesso e/o sbarcano sulle nostre coste. Intanto giungono via mare.... e le leggi del mare vietano di respingere un natante o di attraccare, quando incontri difficoltà nella navigazione o quando "gli individui" sul gommone siano in pericolo di vita. Ora, sfido chiunque ad affermare che viaggiare in centinaia su natanti fetiscenti, sia sicuro.

    Poi, in genere, quelli come sopra sono individui che scappano da Paesi dove ci sono i presupposti per essere riconosciuti "rifugiati"... e anche questo è regolato dal nostro diritto e da quello internazionale. Un "rifugiato", previo accertamento dei requisiti, non puoi respingerlo.

    C'è altro ancora che differisce i kosovari di cui sopra da quelli che arrivano a bordo di un "gommone". Ti ricordo solo un'ultima cosa, per non farla troppo lunga. Quelli che arrivano a bordo del gommone non sono mica liberi di girare per il nostro Paese. Devono stare in un centro di identificazione ed espulsione, dal quale possono a volte uscire alcune ore, tipo a Lampedusa, in attesa che venga accertata la loro identità ed i motivi per i quali sono emigrati dal loro paese.

    Poi ci sono le disfunzioni, le negligenze e il menefreghismo di un apparato burocratico statale e locale, anche in tema di immigrazione... ma queste non sono responsabilità attribuibili ai 400 del "gommone" che di problemi ne hanno già tanti.

    Ciao Fulvio

    RispondiElimina
  6. Caro Carlo,premetto che non sono contro l'accoglienza,ma desidero segnalarti che esistono anche le rotte balcaniche da dove arrivano questi disgraziati e che nemmeno tutti quelli che arrivano via mare, partono da zone di guerra,ma sono semplicemente poveracci in cerca di una vita migliore.
    Per quanto riguarda la nostra Italica accoglienza e molto carente e questi immigrati clandestini e non,non sono controllati,non vengono quasi mai rimpatriati,se non hanno titolo per rimanere, perché per la maggior parte di loro non si sa da dove arrivano, e allora vengono lasciati liberi di vagare per le città e di dormire nei giardinetti,privi di qualsiasi norma igienica.La città di Gorizia ne è un triste esempio.
    Ciao, fulvio

    RispondiElimina
  7. misteri gloriosi? :)
    buon giorno

    RispondiElimina
  8. Un veloce saluto per non essere dimenticata! Buonanotte a presto e più a lungo.

    RispondiElimina