martedì 20 agosto 2019




La lotta dei Matteo e una buona notizia.

Politica e buon gusto.


Sara' una bella lotta tra obesi.






Solo per ridere,ma sarebbe da piangere e non per il peso.

Ultime notizie:Il presidente Conte si è dimesso,il Governo Gialloverde non esiste più.
Almeno per un po non avremmo il fascista obeso come Ministro.
Non è molto ,ma e'meglio di niente.

martedì 13 agosto 2019

Dignità.



In politica la dignità e una qualità sconosciuta.
Salvini non la conosce proprio,dopo aver per anni insultato i cittadini di mezza Italia al grido di ladroni ai romani e di terroni  ( canzonetta preferita dai leghisti: Senti che puzza,scappano anche i cani,sono arrivati i meridionali) al  resto degli abitanti del meridione ,oggi ,in mutande, gira le spiagge del Sud a chiedere il loro voto.

Non so se lo voteranno,ma se dovessero votarlo, allora ha fatto bene ad insultarli perché i senza dignità saranno loro.


domenica 11 agosto 2019

Oggi niente mare.






    La baia di Sistiana



Oggi mi sono svegliato ,come ogni giorno ,alle ore 6,già faceva caldo e allora ho deciso,vado al mare con la bicicletta.Il mio mezzo di trasporto preferito per la citta'.Dopo quache centinaio di metri ho sentito il desiderio di una lunga pedalata,così invece di fermarmi sulla Costa Triestina ho proseguito,pedalando di buona lena.
Così dopo una quindicina di chilometri ,pedalando senza sforzo ecessivo,mi sono trovato a Sistiana,un simpatico paesino turistico in vicinanza del mare,dove puoi ammirare dall'alto tutto il meraviglioso Golfo triestino.Fermata e colazione con succo di arancia e cornetto.
Inforcata la due ruote,dopo una conversione a U,mi sono diretto verso l'altipiano Carsico,strada piu faticosa perche pedali sempre in leggera salita,fino al paesino di Opicina,dove mi aspettava una semplice trattoria,che frequento spessissimo per i buonissimi piatti di pesce che propongono,e per un leggero venticello che ti aiuta a sopportare la calura di questi giorni.
Pranzo leggero con pesce azzurro,un quartino di vino e tanta acqua,un'oretta di riposo all'ombra e poi via verso casa.Una felicità,pedalare ,per tre o quattro chilometri ,sempre e solo in discesa fino davanti al portone di casa..

giovedì 8 agosto 2019

Decoro urbano.

Non dover vedere su tutti i giornali e in Tv,ogni giorno,Salvini a torso nudo con la."panza"flaccida debordante dalla cintura dei pantaloni .
Una T.shirt sarebbe gradita e fidiamo nel Generale inverno.

Non pubblicò nessuna foto per rispetto alle menti fragili..

lunedì 5 agosto 2019

                          Il ritorno.


                                      
                                     È sempre bello ritornare a casa



                                 
                                       Marinaresca,canzone dialettale triestina.

giovedì 1 agosto 2019

Oggi alla fonda.

Ho ammainato l'ancora e affogato le esche,questa sera
 spaghetti con il pescato a miglio 0 (forse).

domenica 28 luglio 2019

La via del ritorno.

Pioggia,vento teso da e.n.e
Mare agitato ,ma le previsioni prevedono, tendente al bello.
Felice domenica a tutti.
fulvio

giovedì 18 luglio 2019


U

Sul mare.


In questa settimana mi sono sottoposto a tre esami clinici e le risultanze sono ottime,per ora il tumore non da recidive,così mi preparo per una decina di giorni in mare.

                                          (La metà è l'Isola di Curzola in Croazia)

Questa mini crociera non sarà come al solito in solitario,saro' in comagnia della mia donna,mia figlia e mia nipote.Insomma,beato tra le donne.
Buone vacanze e tutti quelli che vanno in vacanza e buona estate a chi rimane.

lunedì 15 luglio 2019

  .

I ladri di ore e la Ministra.




L'ineffabile ministra Bongiorno ha intrapreso una eroica crociata contro l'assenteismo nei pubblici uffici.
Lettori per leggere le impronte digitali in entrata e in uscita,guardiani armati alle porte.cani addestrati a riconoscere l'impiegato in fuga immotivata.
Tutto sacrosantamente  giusto , il personale pagato va controllato e deve, nelle ore di lavoro, essere presente, a incominciare dai dirigenti,ma il problema vero e un.altro la produttività.

Naturalmente la produttività va controllata dai superiori ,quei superiori che spesso sono i primi assenteisti altrimenti si accorgerebbero che molti non sono al loro posto di lavoro e così la Benemerita e la Guardia di finanza potrebbero dedicarsi ad altre più serie incombenze.

Nello sport quando una squadra non rende il.dovuto si cambia l'allenatore e non i giocatori.La Ministra ne prenda esempio e cacci quei direttori che spesso hanno ricevuto il posto per nomina politica e che non controllano chi lavora e chi no ,e non raggiungono una decente produttività dai propri dipendenti.

Se esiste un superiore che controlla e se devi svolgere un lavoro e questo ha una ha una scadenza, per consegnarlo,non hai certo il tempo,durante le ore di servizio per abbandonarti alle spese,per frequentare la palestra,o non presentarsi proprio al lavoro.

Il marcio comincia sempre dalla testa.

giovedì 11 luglio 2019

Come farsi male,Tafazi docet.



Il Senato vota per la riduzione del numero degli Onorevoli che non sempre sono tali, e approva.
Ora per la definitiva approvazione manca il voto della Camera.
Il Partito Democratico che nella passata legislatura voleva ,addirittura ,abolire una Camera,vota contro. (Invidia?)
La maggioranza degli Italici elettori e' da sempre contro la "Casta" ora votare contro una proposta legislativa tanto sentita, significa essere dei Tafazi in salsa politica.

giovedì 4 luglio 2019

Vecchie osterie, gioventù, cellullari e vino cattivo.



Un tempo, Trieste, la mia città era la patria delle osterie,le potevi trovare nel centro storico come in periferia dove ogni mattina si riunivano i vecchi del rione  e qualche giovane sfaccendato o disoccupato per una partita a Tresette con rivincita a Briscola e per i più esperti il Tersilio un Tresette scientifico di uno contro due.La posta in gioco era sempre il solito litro di vino.
Oggi le osterie si sono trasformate in Caffè dove si gustano pasticcini industriali e caffè in mille modi dove eleganti signore bevono la tradizionale bevanda nera criticando il prossimo e disquisendo del tempo e di gossip,o in Wine bar e enoteche dove un calice di vino ,spesso mediocre ma ettichettato come "barricato" ,costa una follia per non menzionare i famosi "pestati" bicchieroni giganti pieni di alcool con una aggiunta di gambi e foglioline  odorose, il tutto affogato nel ghiaccio.
Sia i giovani e i piu' attempati avventori ,esclusi i calciofili convinti di essere tutti esperti Mister,non parlano più tra di loro ma ognuno bada al suo cellulare, i piu giovani ciattano o si dilettano con stupidi  giochini e i più avanti in età usano la tecnologia avanzata per comunicare con la moglie informandola sull'ora esatta per buttare la pasta.
Resistono ancora le osterie rionali dove si serve vino sfuso e salame casereccio,qualcuno gioca ancora a carte ma sono in via di estinzione e vista la loro età ogni giorno può essere quello buono.


domenica 30 giugno 2019

Il cattivone e la capitana



Mentre il cattivone combatteva una guerra,degna mi miglior causa,contro la Capitana e i suoi 42 naufraghi,comunque tutti sbarcati ,altri feroci invasori,con barchini e barconi invadevano il nostro sacro suolo in completa tranquillità ,come succede a Trieste, dai viottoli del altipiano carsico,ogni giorno calano a gruppetti o grupponi altri terribili invasori dal colore scuro.
La feroce lotta contro Carola Rakete,novella Sandokan, al cattivone portano voti e lui ne gode giustamente, ma forse,la mia è solo una remota illusione,gli Italioti votanti Lega prima o dopo capiranno che non è con questi metodi che si può fermare questa transumanza epocale,ma solamente con il concorso di tutto il terracqueo globo con l'Europa in prima fila. Europa che il cattivone insulta,per interesse di bottega,ogni giorno.

Per chi non ha capito chi è il cattivone:è Matteo Salvini ,Ministro razzista e fascista con leggera obesità.

Buona Domenica a tutti.

giovedì 27 giugno 2019

La navigazione notturna.


Sono un marinaio della notte,alzo le vele al tramonto e mi godo il sole che scompare tra i flutti dell'onda,navigo placido e solitario ammirando in lontananza la costa illuminata, simile ad un meraviglioso presepe, poi passata la mezzanotte tutto diventa buio e allora rimango in balia di un mare nero illuminato solo dalla luna ,veleggiando lento verso una nuova Alba.

martedì 18 giugno 2019

Bianchi e  neri.



Con il mio post,Bianchi e neri ,Siamo veramente uguali volevo, capire il pensiero di molti e confrontarlo con il mio,capire perché pur essendo tutti di razza umana siamo tanto diversi,non diversi per il colore della pelle,ma nel pensiero che muove le nostre azioni.
Con questo scritto voglio ringraziare tutti quelli che hanno espresso il loro parere e cito il commento di Tomaso che prevede un mondo popolato di genti color caffelatte,un mondo senza diversità, solo una domanda, ma sarà una civiltà più evoluta più ricca e tollerante.
Grazie a tutti.

domenica 16 giugno 2019


Bianchi e neri,ma siamo veramente uguali

Si narra che durante un viaggio con l"aereo al grande Albert Einstein venne chiesto di dichiarare sul modulo di entrata negli Stati Uniti la propria appartenenza razziale e lui scrisse "umana "
Sono d'accorto con lui sulla umanità di tutti i bipedi terrestri,ma siamo veramente tutti uguali?


Noi bianchi gli abbiamo colonizzati e sfuttati,ma perché si sono fatti sfruttare?
Noi avevamo i fucili e loro perché non gli avevano.
Noi curiamo le malattie,loro hanno le epidemie.
Noi,(non sempre purtroppo),conosciamo la democrazia e riconosciamo la maggioranza,loro per cambiare i governanti spesso uccidono quelli della parte avversa.
Noi eravamo e siamo, astronomi, navigatori, ingegneri ,medici ecc.insomma siamo nella media acculturati ed evoluti (Non tutti),ma quando siamo partiti per esplorare l'Africa sub sahariana abbiamo trovato solo popolazioni non evolute e in lotta tra di loro, che vivevano in ricoveri di paglia e fango e mi pare che poco sia cambiato.
Noi bianchi,quando siamo stati invasi ,abbiamo sempre combattuto,loro scappano invece di difendere i loro territori e i loro diritti.
Nella preistoria quando ci siamo elevati a bipedi eravamo alla pari,perche l'uomo bianco si è evoluto e l'uomo nero no.


E allora la domanda sorge spontanea,siamo veramente uguali?

martedì 11 giugno 2019



Amo il mare.

Fa troppo caldo per scrivere di cose serie.
Il mare mi aspetta ,sono quasi pronto.


martedì 4 giugno 2019

La Tv e gli Italici.

Un tempo lontano gli italiani si riunivano attorno alla radio per ascoltare un concerto o la commedia settimanale,poi arriva il tubo catodico e la vecchia radio viene sostituita dalla televisione,dove ancora,il teatro in tutte le sue espressioni la fa da padrone,assieme al varietà del sabato che sempre teatro è se pur leggero.
Gli interpreti di questa Tv erano bravi attori italiani o spesso stranieri,gente che aveva fatto la gavetta al cinema o nei teatri.
Oggi le genti italiche del III millennio  (fortunatamente non tutti ma sempre troppi) sono colpiti dal morbo del guardone,vivono con la Tv accesa da mattina a sera inoltrata,felici di appassionarsi alle gesta di mediocri sconosciuti che in video esprimono la loro pochezza e il loro peggio,per la maggiore,litigano ,si insultano o fanno la pace,quasi sempre per storie di mutanda.
Che tristezza. 

lunedì 27 maggio 2019

Italiani.



Rispetto il responso democratico delle urne che incorona Matteo Salvini e la Lega ,vincitori, ma ho vergogna e nessuna considerazione di quei miei concittadini che per l'assurda paura del diverso hanno votato per un vergognoso razzista che strizza l'occhio alla impresentabile e oscurantista destra estrema.

martedì 21 maggio 2019


Silvio Berlusconi,la tragedia di un uomo ridicolo.



Nato nel 1936 leggermente obeso,capelli finti e tinti (male) dentiera a 42 denti (32 erano pochi) abbronzato con il fondotinta ,anni 82 e la tragedia di non accettarsi vecchio.'

mercoledì 15 maggio 2019

Pensiero mio delle ore 06.



L'Alba è il momento meraviglioso che ci conduce verso il futuro incerto di un nuovo giorno.
Felice giornata a tutti.

domenica 5 maggio 2019

 Fascisti in Italia.

Un tempo tutti i cittadini,o quasi,si professavano Fascisti.Indossavano la camicia nera nelle grandi occasioni  e durante le marcette obbligatorie, il sabato (sabato Fascista) nella piazza della citta'.
Pochi,però ,erano Fascisti per convinzione ideologica ma moltissimi  per necessità.
Senza la tessera del partito non avevi lavoro e ti era preclusa la tessera anonaria alimentare,necessaria per acquistare i pochi generi alimentari in commercio.Oggi, che viviamo liberi,anche di rimpiangere il triste Ventennio,molti giovani oscurantisti e razzisti e qualche vecchio nostalgico ,ogni tanto escono allo scoperto,innegiando alla Destra estrema con canti e ridicole esibizioni di braccia tese al grido:Presente.

Ma non sono Fascisti,sono solamente vecchi che dalla trgedia storica nulla hanno capito,o giovani ignoranti che quella storia non la hanno studiata.
Ancora oggi questi tristi figuri si radunano per inneggiare ad un cialtrone buffo nelle sue manifestazioni,che dopo aver per un Ventennio predicato l'onore,vistosi in difficoltà ha abbandonato tutti i suoi sodali,cercando di fuggire come un topo da fogna,travestito da soldato tedesco,portandosi appresso la "cassa" e l'amante.
Attenzione a non sottovalutare il fenomeno, anche se oggi sembrano solamente dei tristi e risibili figuri ricordriamoci sempre che anche negli anni venti iniziò così.

domenica 28 aprile 2019

                   Moderazione o censura .



Noto con rammarico che la libertà di oppinione per molti Blogger è difficile da accettare.Quando commento, trovo spesso la dicitura:il tuo commento sarà  pubblicato dopo l'approvazione.Ciò permette di rendere di pubblica lettura solo i commenti favorevoli,insomma una vera censura.
Io credo e fortunatamente non sono il solo,che quando ti esponi con le tue idee devi anche accettare i giudizi contrari e negativi.
Ricordiamoci sempre che il pensiero diverso arricchisce la mente e aiuta la pluralità delle nostre convinzioni,altrimenti non è  un condividere,ma solamente un triste inutile e sterile solliloquio dove si ha sempre e solo complimenti e ragione..

mercoledì 24 aprile 2019

25 aprile 1945,l'Italia libera risorge.

Invito tutti a leggere il post del nostro amico Tomaso,uno che c'era,perché tutti possano capire cosa rappresenta questa data,il giorno della ritrovata libertà dopo un ventennio vergognoso e oppressivo.
Buon 25 aprile a tutti.

lunedì 22 aprile 2019



In dialetto triestino Osmiza o Frasca.

Una antica tradizione Asburgica ancora oggi più che mai in vigore.
Luogo dove i contadini del Carso triestino e sloveno potevano,per pochi giorni durante l'anno ,vendere i loro prodotti,un tempo solo vino e uova, rigorosamente a km 0,trasformando la loro casa in una sorta di trattoria dove ancora oggi puoi gustare piatti di salumi,uova e vino.Ieri come oggi le Osmize vengono segnalate con un ramo pieno di foglie detto "frasca" (Vedi foto)
Oggi le Osmizze hanno tempi di apertura molto più lunghi e si sono trasformate in vere e proprie trattorie dove puoi gustare piatti freddi e caldi con vini e cibo non sempre di loro produzione.
Io ,in questo periodo primaverile sono un assiduo frequentatore di questi luoghi scegliendo ,pero',accuratamente quelli dove l'offerta e certamente più povera ma rigorosamente autocnota.
,Felice Pasquetta a tutti

mercoledì 10 aprile 2019

Effetto push up.

In treno,due belle signore,età stimata, cinquanta passati con grinta,chiaccherano sedute alle mie spalle,non sono curioso,ma non posso non sentire.Parlano di moda e di biancheria intima poi con entusiasmo si raccontano dei miracoli dei  reggiseni che sostengono,effetto Push up e di collant meravigliosamente contenitivi che di riducono il fisico anche di due taglie poi,sempre, Push up che ti sostengono i glutei,insomma un reggiculo.
Alla prima fermata scendono,allora le osservo,eleganti con gusto e abiti firmati,le osservo con attenzione da dietro, jeans l'una e gonna fasciante  l'altra e le immagino senza il decantato effetto Push up e penso: che delusione la realtà senza sostegni.
Presto arriverà la primavera e la temuta prova costume,per molte e molti una immane tragedia.
Ricordiamoci sempre che il nostro corpo e il bene più prezioso che possediamo,trattiamolo bene ci guadagniamo in salute e buonumore.

venerdì 29 marzo 2019

La famiglia,questa sconosciuta.

Oggi in quel di Verona si blatera di famiglia,dicono ,quella famiglia basata sul matrimonio,naturalmente religioso e indissolubile e composta da una femmina e un maschio.
Ministri,giornalisti,pseudo intellettuali e pagliacci del tipo Meluzzi,ne parleranno ,forse con poca esperienza,perché la maggioranza di questi soloni di rito cattolico ortodosso una vera famiglia non la rappresentano,perché di famiglie,o ne hanno troppe o nessuna e spesso vivono e procreano (o trombano) nel peccato,fuori dal sacro vincolo.
Allora perché pretendono di dare giudizi non richiesti.

La famiglia è un vincolo di amore e non un contratto burocratico,formata da due che si amano al di fuori della propria identità sessuale.

Bravi cattolici,formate in assoluta liberta'la famiglia che preferite,senza invadere le libertà altrui.

Naturalmente che i cattolici si riuniscono per far conoscere il proprio pensiero
è normale,meno normale è quando cercano di imporre con le leggi dello stato il proprio credo anche a chi la pensa in modo diverso.

Per concludere:bravi cattolici osservanti, non vi sfiora mai il pensiero di farvi i cazzi vostri.

Un Caro saluto.fulvio


Archivio blog