lunedì 15 luglio 2019

  .

I ladri di ore e la Ministra.




L'ineffabile ministra Bongiorno ha intrapreso una eroica crociata contro l'assenteismo nei pubblici uffici.
Lettori per leggere le impronte digitali in entrata e in uscita,guardiani armati alle porte.cani addestrati a riconoscere l'impiegato in fuga immotivata.
Tutto sacrosantamente  giusto , il personale pagato va controllato e deve, nelle ore di lavoro, essere presente, a incominciare dai dirigenti,ma il problema vero e un.altro la produttività.

Naturalmente la produttività va controllata dai superiori ,quei superiori che spesso sono i primi assenteisti altrimenti si accorgerebbero che molti non sono al loro posto di lavoro e così la Benemerita e la Guardia di finanza potrebbero dedicarsi ad altre più serie incombenze.

Nello sport quando una squadra non rende il.dovuto si cambia l'allenatore e non i giocatori.La Ministra ne prenda esempio e cacci quei direttori che spesso hanno ricevuto il posto per nomina politica e che non controllano chi lavora e chi no ,e non raggiungono una decente produttività dai propri dipendenti.
Se uno deve svolgere un lavoro e ha una scadenza per consegnarlo,non ha certo il tempo,durante le ore di servizio per abbandonarsi alle spese o per frequentare la palestra,o non presentarsi proprio al lavoro.

giovedì 11 luglio 2019

Come farsi male,Tafazi docet.



Il Senato vota per la riduzione del numero degli Onorevoli che non sempre sono tali, e approva.
Ora per la definitiva approvazione manca il voto della Camera.
Il Partito Democratico che nella passata legislatura voleva ,addirittura ,abolire una Camera,vota contro. (Invidia?)
La maggioranza degli Italici elettori e' da sempre contro la "Casta" ora votare contro una proposta legislativa tanto sentita, significa essere dei Tafazi in salsa politica.

giovedì 4 luglio 2019

Vecchie osterie, gioventù, cellullari e vino cattivo.



Un tempo, Trieste, la mia città era la patria delle osterie,le potevi trovare nel centro storico come in periferia dove ogni mattina si riunivano i vecchi del rione  e qualche giovane sfaccendato o disoccupato per una partita a Tresette con rivincita a Briscola e per i più esperti il Tersilio un Tresette scientifico di uno contro due.La posta in gioco era sempre il solito litro di vino.
Oggi le osterie si sono trasformate in Caffè dove si gustano pasticcini industriali e caffè in mille modi dove eleganti signore bevono la tradizionale bevanda nera criticando il prossimo e disquisendo del tempo e di gossip,o in Wine bar e enoteche dove un calice di vino ,spesso mediocre ma ettichettato come "barricato" ,costa una follia per non menzionare i famosi "pestati" bicchieroni giganti pieni di alcool con una aggiunta di gambi e foglioline  odorose, il tutto affogato nel ghiaccio.
Sia i giovani e i piu' attempati avventori ,esclusi i calciofili convinti di essere tutti esperti Mister,non parlano più tra di loro ma ognuno bada al suo cellulare, i piu giovani ciattano o si dilettano con stupidi  giochini e i più avanti in età usano la tecnologia avanzata per comunicare con la moglie informandola sull'ora esatta per buttare la pasta.
Resistono ancora le osterie rionali dove si serve vino sfuso e salame casereccio,qualcuno gioca ancora a carte ma sono in via di estinzione e vista la loro età ogni giorno può essere quello buono.


domenica 30 giugno 2019

Il cattivone e la capitana



Mentre il cattivone combatteva una guerra,degna mi miglior causa,contro la Capitana e i suoi 42 naufraghi,comunque tutti sbarcati ,altri feroci invasori,con barchini e barconi invadevano il nostro sacro suolo in completa tranquillità ,come succede a Trieste, dai viottoli del altipiano carsico,ogni giorno calano a gruppetti o grupponi altri terribili invasori dal colore scuro.
La feroce lotta contro Carola Rakete,novella Sandokan, al cattivone portano voti e lui ne gode giustamente, ma forse,la mia è solo una remota illusione,gli Italioti votanti Lega prima o dopo capiranno che non è con questi metodi che si può fermare questa transumanza epocale,ma solamente con il concorso di tutto il terracqueo globo con l'Europa in prima fila. Europa che il cattivone insulta,per interesse di bottega,ogni giorno.

Per chi non ha capito chi è il cattivone:è Matteo Salvini ,Ministro razzista e fascista con leggera obesità.

Buona Domenica a tutti.

giovedì 27 giugno 2019

La navigazione notturna.


Sono un marinaio della notte,alzo le vele al tramonto e mi godo il sole che scompare tra i flutti dell'onda,navigo placido e solitario ammirando in lontananza la costa illuminata, simile ad un meraviglioso presepe, poi passata la mezzanotte tutto diventa buio e allora rimango in balia di un mare nero illuminato solo dalla luna ,veleggiando lento verso una nuova Alba.

martedì 18 giugno 2019

Bianchi e  neri.



Con il mio post,Bianchi e neri ,Siamo veramente uguali volevo, capire il pensiero di molti e confrontarlo con il mio,capire perché pur essendo tutti di razza umana siamo tanto diversi,non diversi per il colore della pelle,ma nel pensiero che muove le nostre azioni.
Con questo scritto voglio ringraziare tutti quelli che hanno espresso il loro parere e cito il commento di Tomaso che prevede un mondo popolato di genti color caffelatte,un mondo senza diversità, solo una domanda, ma sarà una civiltà più evoluta più ricca e tollerante.
Grazie a tutti.

domenica 16 giugno 2019


Bianchi e neri,ma siamo veramente uguali

Si narra che durante un viaggio con l"aereo al grande Albert Einstein venne chiesto di dichiarare sul modulo di entrata negli Stati Uniti la propria appartenenza razziale e lui scrisse "umana "
Sono d'accorto con lui sulla umanità di tutti i bipedi terrestri,ma siamo veramente tutti uguali?


Noi bianchi gli abbiamo colonizzati e sfuttati,ma perché si sono fatti sfruttare?
Noi avevamo i fucili e loro perché non gli avevano.
Noi curiamo le malattie,loro hanno le epidemie.
Noi,(non sempre purtroppo),conosciamo la democrazia e riconosciamo la maggioranza,loro per cambiare i governanti spesso uccidono quelli della parte avversa.
Noi eravamo e siamo, astronomi, navigatori, ingegneri ,medici ecc.insomma siamo nella media acculturati ed evoluti (Non tutti),ma quando siamo partiti per esplorare l'Africa sub sahariana abbiamo trovato solo popolazioni non evolute e in lotta tra di loro, che vivevano in ricoveri di paglia e fango e mi pare che poco sia cambiato.
Noi bianchi,quando siamo stati invasi ,abbiamo sempre combattuto,loro scappano invece di difendere i loro territori e i loro diritti.
Nella preistoria quando ci siamo elevati a bipedi eravamo alla pari,perche l'uomo bianco si è evoluto e l'uomo nero no.


E allora la domanda sorge spontanea,siamo veramente uguali?