sabato 8 dicembre 2018

 Ileostomia.

Leggo che molti personaggi più o meno noti amano raccontare,con l'uscita di un libro le propria vicenda umana e medica dopo una diagnosi di tumore.
Certamente non sono letture interessanti ma anch'Io ho voluto raccontarmi più che raccontare.
Nel settembre 2017 mi è stato diagnosticato un tumore al colon,l'ho affrontato come solitamente affrontò i problemi della vita,con pacata accettazione e con assoluta fiducia nella scienza medica.
Ero tentato di scrivere un diario ma poi ho lasciato perdere perché scrivere di analisi,colonscopia frequenti e esami vari i non mi sembravano argomenti interessanti.Poi è giunto il tempo dell'intervento,proprio il 20 marzo giorno del mio compleanno.
Tutto bene e una convalescenza fatta di pastiglie giornaliere e ancora esami con in più il disagio della stomia per due lunghi mesi e un altro ricovero per ricanalizzare l'intestino.
Finalmente i controlli e le visite oncologiche affermano che sto bene ma per essere sicuro della completa guarigione dovrò aspettare cinque anni.
Sono un fortunato,durante il decorso della malattia sono stato sempre bene,senza dolore o disturbi.L'unica note dolente l'assoluto divieto di andare a sciare così mi sono perso una stagione bellissima dove la neve abbondava.Meglio e andata l'estate sopra il mio amato mare.
Oggi sono di nuovo in attesa della neve per qualche settimana o più di meravigliose discese sullo sci.
Certamente il mio scritto non è una lettura interessante,ma ho voluto ,sopratutto raccontarmi più  che raccontare.
Ciao a tutti.

giovedì 1 novembre 2018

Novembre,il mese dei defunti.
Inizia il mese e iniziano le visite ai cimiteri.Molti frequentano questi luoghi tristi solo in questo mese,quasi sempre per una abitudine consolidata e tramandata ,un modo per mettersi in pace con la propria coscienza,dimenticando che i nostri cari non possiamo trovarli sotto una lastra di marmo,ma solo nel ricordo e nei nostri cuori.

venerdì 19 ottobre 2018

I me conjoni direbbe Bombolo (attore),
da guardia ai tornelli.dello stadio a vice Primo Ministro.
Una carriera lampo,non supportata da nessuna competenza e in assenza di una adeguata scolarità.
Scrivo di Giggino Di Maio.


sabato 6 ottobre 2018

Stuprate e stuprati

Oggi viviamo in una epoca di soprusi sessuali di antica memoria.
Donne e uomini che si ritengono vittime di stupri o soprusi subiti dieci,venti o anche trenta anni fa,si dichiarano vittime,naturalmente solo quelle o quelli che hanno subito la vergogna da personaggi famosi o da ecclesiastici.
Confesso che sono per la prescrizione di questi sia pur odiosi reati avvenuti in altre epoche.
Se una persona ,maschio o femmina rimane vittima di un sopruso lo denunci lo stesso giorno e non dopo qualche decina di anni.
Anche io sono stato vittima di uno stupro,allora sedicenne,auna compagna di liceo,io al primo anno e lei maturanda mi chiese un passaggio sul motorino per rincasare,poi a causa della pioggia battente ci sciamo rifugiati sotto ad un cavalcavia deserto e lei,io ero un povero imbranato a cominciato con il baciarmi e poi a tradimento mi ha slscciato i pantaloni.Per pudore non racconto il seguito.
Era stupro,forse,ma per me e stata la piu bella serata piovosa della mia vita.
Stupro e'quando un essere vergognoso con la forza ti sottomette ai propri appetiti e non quando ti arrendi in cambio di qualche beneficio.


sabato 29 settembre 2018

Cattolico,oscurantista e pericoloso

Forse non tutti lo sanno,ma al governo Gialloverde opera un novello Torquemada da noialtri.
Cattolico praticante,ortodosso e oscurantista che pretenderebbe di abolire le leggi sul divorzio,aborto,nozze tra lo stesso sesso e la possibilità di vivere e morire secondo la propria coscienza e a tre amenità che per brevità non nomino.
Questo assurdo epigono del diritto canonico è tale Lorenzo Fontana di area Lega.Un idividuo che come molti Cattolici non comprende le libertà altrui.Un Talebano ignorante che vorrebbe portare il diritto,già svilito in questa povera Italia,indietro di cinquant'anni.

lunedì 17 settembre 2018

Inciviltà


Succede a Monfalcone la piccola città dei.cantieri,dove nascono le meravigliose navi da crociera.
Nella piazza della cittadina oggi  isola pedonale,un ragazzino tra gli otto e i dieci anni,investe con il suo monopattino una signora novantenne,procurandole la frattura del femore e poi spalleggiato da una donna,forse la madre,scappano senza curarsi della ferita.Ripresa la scena dalle telecamere,spero che i genitori del ragazzo vengano individuati e severamente puniti.
Un esempio di vergognosa incivilta.

lunedì 10 settembre 2018

Le banalita'di Giggino.

DI Maio afferma:le aperture festive dei negozi disgregano le famiglie ,noi entro l'anno metteremo fine a questo.stato di cose.

Allora immagino che tutti i medici gli infermieri i poliziotti i vigili urbani i soldati gli spazzini e i calciatori e tutti gli altri atleti costretti al lavoro domenicale e.festivo siano dei tristi separati,divorziati e abbandonati senza famiglia.