lunedì 22 maggio 2017

Lo stato perdona,la Mafia no.

Giuseppe Dainotti,assassino e rapinatore,condannato all,ergastolo ma in libertà grazie alla solita giustizia permissiva e perdonista,e'stato ucciso dalla Mafia in pieno centro a Palermo.

Buona settimana a tutti.




14 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Come mai lo hanno ucciso?

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,Moz,forse volevano dare una mano alla nostra giustizia.
      Ciao,fulvio

      Elimina
  3. Ho ascoltato alcuni telegiornali. La domanda che mi ossessiona è che ogni qualvolta catturano un personaggio mafioso, la sua casa è strapiena di immagini sacre. Come può coesistere la fede e l'assassinio.., lo strapotere ecc.!!!Cosa sono portafortuna come il quadrifoglio o il ferro di cavallo? Aiutami a capire...Paolo in questi giorni è praticamente muto: uno dei suoi fratelli sarà operato il 29 per un tumore all'intestino. In questi casi lui fa delle lunghe passeggiate, poi torna stanco e tace. Io so e non lo tormento. Ciao fulvio.

    RispondiElimina
  4. Cara Lucia,i mafiosi sanno di peccare ma conoscono la religione Cattolica che predica il perdono sempre e comunque è allora prima uccidono e poi si pentono,con tanto di Confessione e Comunione.
    Io sono più d'accordo con l'Ebraismo dove vige sempre ,l'occhio per occhio.
    Un caro saluto,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domenica fulvio. Saluta il mare!

      Elimina
    2. Ciao Lucia,felice domenica anche a te.
      Ciao,fulvio

      Elimina
  5. mai abbassare la guardia contro la mafia, è una lotta infinita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lotta dura senza paura.
      Ciao,fulvio

      Elimina
    2. Mi ricorda i cortei della mia gioventù... Buona navigazione

      Elimina
  6. quante Italie ci sono in Italia?
    buone giornate carissimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse quanti sono gli abitanti adulti.
      Felice domenica,fulvio

      Elimina