lunedì 27 marzo 2017



Per fortuna succede anche questo.
( Da "IL PICCOLO" quotidiano triestino)


Trieste, gli tagliano la maglietta per curarlo. Poi gliela regalano identica.

 
 
 
 
 

 
È la storia di Achille, un bimbo che lo scorso 25 marzo era stato soccorso dal Servizio 118 per una frattura. Tre sanitari avevano dovuto tagliare la maglietta preferita del bambino con l’immagine dei supereroi.
Ebbene i veri supereroi questa volta sono stati Irene, Silvo e Luca, i tre operatori che hanno deciso di donare al piccolo Achille una nuova maglietta dello stesso modello e con la medesima immagine di quella che avevano dovuto tagliare al bimbo per permettere un soccorso più efficace
 
Felice settimana a tutti.

sabato 25 marzo 2017



Sole,mare e vento.

(Il castello di Miramare,visto dal mare)

Oggi sul golfo di Trieste spirava un teso vento di Bora e un sole estivo,la giornata ideale per provare una vela nuova e la meravigliosa sensazione del vento tra i capelli ,che per me,completamente calvo, si traduce una gelida carezza.

Felice domenica a tutti.

sabato 18 marzo 2017

La settimana.


(Trieste vista dal mare)

La politica non da segni confortanti e l'economia è anche peggio,il manager Alessandro Profumo,
dopo aver distrutto il Monte dei Paschi di Siena,viene promosso in "Finmeccanica"forse riuscirà a farla fallire,il mio ginocchio fa le bizze e dovrò decidermi per l'intervento.Con l'inizio della primavera,inizia anche il mio settantunesimo anno e domani danno pioggia,c'è da essere ottimisti,ma!
                                                                                                                                                                                             
Felice domenica a tutti.

lunedì 13 marzo 2017



Il lupo e il sopruso.



"Del lupo
definito cattivo senza logica o ragione,non perché mangia gli agnelli,ma perché,quando riesce,gli toglie al pastore che presume di aver solo lui il diritto di sottrarli alla madre per mangiarli.
Ma il pastore è buono e il lupo è cattivo".




Vi lascio questo pensiero di Franco Perco,uno scrittore che ho scoperto qualche giorno fa.
Quanta verità in queste parole e non soltanto per i lupi ma sopratutto per tutta la razza umana.

sabato 11 marzo 2017



Il sabato.

Un tempo,quando ero un attivo professionista,il sabato era il primo giorno di quiete dopo una settimana piuttosto impegnativa.Oggi da felice nullafacente,il sabato è,quasi,un giorno come gli altri.
Oggi sarei andato molto volentieri in montagna per una ultima giornata sugli sci,ma ho un ginocchio in disordine e allora mi sono accontentato di una passeggiata in un luogo stupendo, sulle colline del Carso triestino.
La via Vicentina,meglio conosciuta dai triestini come la "Napoleonica",in località Prosecco.
Una strada pedonale,scavata tra le rocce a picco sul golfo,un meraviglioso sentiero,immerso nella natura.
A fine passeggiata,un sosta in una tipica osteria non può mancare,dove gustare del prosciutto.pane casereccio e vino del luogo (Terrano).

Per saperne di più:
Napoleonica o Strada Vicentina
Percorso: Obelisco di Opicina - Borgo San Nazario (Prosecco).
La più amata dai triestini è la Napoleonica: un percorso di circa 5 km che si mantiene in quota collegando l’obelisco di Opicina all'abitato di Prosecco. Lungo tutto il tracciato si gode di un panorama mozzafiato che abbraccia la città di Trieste e il suo Golfo.
La facilità di percorrenza e la vista spettacolare rendono ideale la passeggiata per le mamme con bambini, anziani e turisti ma non mancano gli sportivi che si allenano con la corsa o i rocciatori che si arrampicano lungo le pareti verticali nei pressi di Prosecco.
Il nome ufficiale del percorso è Strada Vicentina, dal nome dell’ingegnere che disegnò il tracciato nell’Ottocento, ma secondo la tradizione popolare la strada fu aperta dalle truppe napoleoniche e da qui il nome più diffuso tra la gente del luogo. Poco più a nord, ma con il tracciato all’interno del bosco, corre il Sentiero Cobolli. Nelle vicinanze e sempre raggiungibile dal sentiero troviamo la Vedetta d’Italia e il Santuario di Monte Grisa


Buon fine settimana a tutti.

domenica 5 marzo 2017




La meschinità di un uomo di destra.
Roberto Dipiazza,Sindaco di Trieste

 



Il Sindaco di Trieste,la mia città,ha tentato con  impegno, degno di miglior causa,di vietare la celebrazione delle nozze tra persone dello stesso sesso,nella sala comunale,denominata: Sala dei matrimoni.
Oggi dovendo aderire,forzatamente alle nuove disposizioni di legge e non potendo più vietare la suddetta sala, ha deciso, per ripicca, di rimuovere la tabella che titolava questa luogo come "Sala dei matrimoni.
Il dubbio:
Secondo la fisiognomica
 
 
 Tiziano Renzi è:
 un vecchio da rottamare,
un bancarottiere fraudolento,
un millantatore,
un disonesto,
o solo un cretino?

mercoledì 1 marzo 2017

Vivere a Trieste.
Il Caffe San Marco.





Come scriveva il poeta Umberto Saba in una sua bellissima poesia, ognuno ha il suo cantuccio. Il mio cantuccio pomeridiano è il Caffe San Marco.


Tra le sue mura puoi trovare un angolo di libreria,o ascoltare buona musica dal vivo,seguire dotte conferenza sui più disparati argomenti,gustando solo un bicchiere di vino o godendo di un pranzo completo,giocare a scacchi,a carte o ,in tranquillità leggere i giornali.
Questo "Caffe", rimasto uguale nell'arredamento, o quasi, fin dal lontano 1900,data della sua inaugurazione è stato sempre frequentato da una clientela straordinariamente variegata,dallo studente chino sui suoi libri al professore,all'artista famoso,alle coppie di innamorati magari della terza età o dai tanti uomini e donne,giovani e meno giovani,ma tutti alla ricerca del loro"cantuccio"speciale.




...........la mia città che in ogni parte è viva,
ha il cantuccio a me fatto, alla mia vita
pensosa e schiva.....................

(Umberto Saba)