mercoledì 22 febbraio 2017




Aborto e obbiettori.




Per sgomberare il campo da equivoci,premetto che, personalmente, sono contrario all'aborto come metodo anticoncezionale, ma sono libertario,convinto che le intime ragioni degli altri,vanno sempre capite e rispettate.
Ultimamente la regione Lazio ha indetto un concorso per assumere due medici non obbiettori,per fare fronte,alle richieste di aborto.
Naturalmente come sempre succede si sono mobilitati tutti gli obiettori di coscienza,i Vescovi e tutte le forze politiche della Destra cattolica.Ricordo a tutti questi signori che l'aborto è garantito dallo stato con una legge ( la 194) confermata poi da due referendum popolari.Ricordiamoci: quando questa legge non esisteva,proliferava l'aborto clandestino.
Ora i cattolici,politici o meno,possono certamente protestare, ma, non si accontentano,cercano sempre di dispensare moralità e vietare con le leggi tutto ciò che non condividono,mentre bisogna  sempre rispettare, chi la pensa diversamente.


Ammoniva Voltaire:
( Cito a memoria) Di tutte le superstizioni la più pericolosa è quella di non accettare le opinioni altrui.

21 commenti:

  1. I vescovi in prima fila a protestare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alberto,hai ragione, Vescovi e cardinali sono i peggiori,sempre pronti a dispensare una moralità che non possiedono,Bertone docet.

      Elimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  3. Importante ciò che affermi, cioè che "bisogna sempre rispettare, chi la pensa diversamente.".
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cristiana.
      I cattolici,da sempre credono che il loro pensiero sia l'unico giusto,sempre pronti a vietare,ma se è il caso,pronti ad approfittare per se stessi di quello che vietano,leggi divorzio.
      Ciao fulvio

      Elimina
  4. Davvero non capisco... se cercano persone che possono praticare quell'intervento, e l'intervento si può praticare per legge, che problema c'è? Mah...

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Problemi di coscienza.Chi è obbiettore si rifiuti ma lasci libertà a chi non lo è.
      Ciao fulvio

      Elimina
  5. Caro Fulvio, senza allungarmi tanto, ti dico che la penso come te!!!
    Ciao e buona giornata caro amico con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso ,felice di vederti in forma.
      Grazie della visita,un abbraccio,fulvio

      Elimina
  6. Tutti sono liberi di scegliere, ma non riesco a capire perché in Italia molti fanno i ginecologi e poi sono obiettori?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutti sono liberi, di praticare l'obiezione,ma nessuno è libero di vietare un altro pensiero.

      Elimina
  7. E' un diritto sancito da una legge dello stato, è un affare privato, una scelta dolorosa per una donna e per una coppia. La Chiesa dovrebbe occuparsi d'altro oppure mettere solamente bocca nelle innumerevoli cliniche che possiede. Se un medico vuole lavorare in un ospedale pubblico non può poi dirsi obiettore a mio parere

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La chiesa dovrebbe fottersi

      Elimina
    2. Vero,e pensare ai preti pedofili

      Elimina
  8. Purtroppo la legge lo consente,bisogna aggirarla.Seguire l'esempio della regione Lazio e assumere medici che si dichiarano disponibili alle pretiche abortive,ricordando a tutti che non siamo governati da una teocrezia.

    RispondiElimina
  9. Beh, apparentemente assumendo solo non obiettori si attua una discriminazione. Apparentemente, però, Perché, come hai magnificamente scritto tu la discriminazione è all'inverso, ovvero pur di far carriera i medici (anche qualcuno di quelli che fuori dall'ufficialità pratica gli aborti) diventano obiettori.
    Il guaio sono i fondamentalismi, da qualsiasi parte arrivino :)

    RispondiElimina
  10. Cara Perla,la discriminazione è la conseguenza dell'obiezione.se c'è chi si rifiuta,bisogna trovare chi accetta,con buona pace dei Cattolici sempre pronti a dispensare moralità e poi all'occasione trasgredirla.
    Ciao, fulvio

    RispondiElimina
  11. "aborto clandestino" ??? in alcuni casi era praticato anche da un partito che ora siede in Parlamento, piccolo ma presente. O sbaglio?
    Buona settimana

    RispondiElimina
  12. L'aborto clandestino non ha colore politico,i bravi Cattolici lo praticano come i cattivi laici.

    RispondiElimina